Cinemorfina, per drogati di cinema

CABIN FEVER –


 
CABIN FEVER

di Giacomo Calzoni

Regia: Eli Roth
Produzione, anno: USA, 2002
Genere: Orrore
Durata: 95′
Cast: Jordan Ladd, Rider Strong
Voto: Apri la legendaApri la legenda

Per festeggiare la fine del college, un gruppo di ragazzi decide di trascorrere una vacanza in una baita in mezzo al bosco: verranno però eliminati uno ad uno da un terribile virus.
Il film comincia e ti dici “E’ la solita storia già vista mille volte”, ma man mano che la visione prosegue sei costretto a ricrederti: già, perché l’esordiente Eli Roth è uno che sa il fatto suo, riesce a inchiodare lo spettatore alla poltrona con una tensione impalpabile, mai esageratamente sbandierata, e anche le numerose citazioni (Non Aprite quella porta, Le Colline hanno gli occhi, La Notte dei morti viventi, solo per citarne alcune) non sono né scontate né inutili dimostrazioni di una cinefilia fine a sé stessa. I personaggi, per una volta tanto, non sono mai quelli che ti aspetti (nella difficoltà ognuno dà il peggio di sé), e le grottesche figure di contorno riescono a non sfiorare la caricatura, ma anzi sono la dimostrazione di un’ironia che lascia il segno. Non a caso produce David Lynch, non uno qualsiasi, per intenderci. Insomma,anche se Cabin Fever non verrà mai ricordato come un horror epocale, nella produzione più recente è comunque uno di quei (purtroppo) rarissimi titoli che ogni appassionato farebbe bene a rincorrere.

03/01/04

 

Like this Article? Share it!