Cinemorfina, per drogati di cinema

Duets

Luca 18 aprile 2016 Recensioni Nessun commento su Duets


 
DUETS

di Francesca Colantoni

Regia: Bruce Paltrow
Produzione, anno: Usa, 2000
Genere: Commedia
Durata: 1h e 52′
Cast: Gwyneth Paltrow, Maria Bello, Huey Lewis
Voto:

Evidentemente era destino che “Duets” di Bruce Paltrow andasse in porto. Grazie alla tenacia del regista, che ha lavorato per tre anni prima di girare il film, e all’influenza nello star system della famosissima figlia Gwyneth, già vincitrice di un Oscar per “Shakespeare in love”, la pellicola è stata finalmente realizzata. Il film è a basso budget [circa 15 milioni di dollari] e racconta l’insolita storia di sei personaggi che cercano di accaparrarsi i 5000 dollari in palio al campionato di karaoke. Gwyneth è una aspirante soubrette che ritrova improvvisamente il padre perduto e che adora i karaoke bar, interpretato dal cantante professionista Huey Lewis, il famoso interprete della canzone anni ’80 “The power of love” contenuta nella colonna sonora del film “Ritorno al futuro” di Zemeckis. La cosa più interessante del film, che si basa su una storiella piuttosto anonima, è che Gwyneth Paltrow oltre a recitare canta anche e con notevoli risultati. Certo, le sue doti canore non sono eccezionali, ma ha dato prova di riuscire tranquillamente a mettersi in gioco cantando “Bette Davis eyes” da sola e “Cruisin'” in coppia con Huey Lewis. Da notare il cast tecnico di alto livello che comprende Mary Claire Hannan ai costumi [già costumista dei film di Quentin Tarantino] e Jerry Greenberg al montaggio [Oscar per “Il braccio violento della legge”]. Ciononostante il film non ha avuto molto successo ai botteghini americani e anche italiani, benchè Gwyneth si sia impegnata proprio tanto affinchè il progetto decollasse. Quando si dice il destino.

 
Stop frame: il karaoke di “Bette Davis eyes”

Like this Article? Share it!