Cinemorfina, per drogati di cinema

L’ULTIMO SAMURAI


 
L’ULTIMO SAMURAI
(The Last Samurai)

Regia: Edward Zwick
Produzione, anno: USA, 2003
Genere: Avventura/Azione
Durata: 144′
Cast: Tom Cruise, Ken Watanabe, William Atherton, Billy Connolly, Darin Fujimori, Seizo Fukumoto
Voto: Apri la legenda

Stati Uniti, seconda metà dell’Ottocento. Nathan Algren (Cruise), un ufficiale dell’esercito dal passato tormentato, accetta l’incarico di recarsi in Giappone per addestrare l’esercito imperiale nell’uso del fucile con lo scopo di sgominare il manipolo di ribelli guidato dal prode Katsumoto (l’ottimo Ken Watanabe). Catturato da quest’ultimo in seguito ad una battaglia, l’americano rimarrà affascinato dalla filosofia dei guerrieri samurai e dal Bushido…

Il “reuccio” di Hollywood Tom Cruise, abile manager di sé stesso, interpreta e produce un film d’avventura che, seguendo le ultime tendenze cinematografiche, rimane vittima dell’ “Asian fever” che sta impazzando in tutto il mondo. L’ULTIMO SAMURAI è una pellicola dalla confezione impeccabile (140 milioni di $ di budget, set che hanno come sfondo i magnifici paesaggi naturali della Nuova Zelanda e del Giappone) che, malgrado la bontà di alcuni momenti (l’attacco dei ninja, le spettacolari battaglie), non riesce a convincere pienamente. Il problema principale è che sia Tom che il regista Edward Zwick vorrebbero “ballare coi lupi”, ma purtroppo il loro film non possiede l’atmosfera epica che si respira in quello di Kostner e quando è raramente presente, viene soffocata da una retorica di fondo che, il più delle volte, diventa veramente imbarazzante e irritante (il forzato “happy end” per esempio fa assai incazzare). Cruise, inoltre, ci mette del suo interpretando un personaggio dalla pettinatura invidiabile, ma anche abbastanza antipatichello, che si vorrebbe vedere volentieri morto già dalla prima inquadratura (ma, come già abbiamo detto sopra, non verremo accontentati nemmeno a fine film…).
Stupisce sapere che a Hollywood già circolano voci su una possibile nomination all’oscar del Nostro per la sua interpretazione ne L’ULTIMO SAMURAI. Non sappiamo ancora se ciò si avvererà, ma una cosa è sicura: l’avrebbe sicuramente meritato per ruoli assai più significativi di questo…

20/01/2004

 

Like this Article? Share it!