Cinemorfina, per drogati di cinema

MY NEIGHBOR TOTORO –


 
MY NEIGHBOR TOTORO
(Tonari no Totoro)

di Gianpiero Mendini

Regia: Miyazaki Hayao
Produzione, anno: Giappone, 1988
Genere: Fantasy
Durata: 87′
Cast: /
Voto: Apri la legendaApri la legendaApri la legendaApri la legenda

Giappone, anni ’50: Mei e Satsuki sono due bambine di 4 e 11 anni che con il loro papà si trasferiscono in una casa in campagna. Dopo aver fatto la conoscenza di una dolce vecchietta e del suo nipotino gentile ma scorbutico, incontreranno un personaggio alquanto strano: Totoro, uno spirito della foresta buffo e simpaticissimo, che le farà divertire e darà loro una mano nei momenti di difficoltà.

Totoro Totoro, Totoro Totoro, se mai avessi la fortuna di incontrarlo, una gioia immensa a te arriverà…: così (più o meno) recita la canzone (scritta dallo stesso Miyazaki e composta da quel genio di Joe Hisaishi, che cura l’intera magnifica colonna sonora) che chiude il film-simbolo dello Studio Ghibli.
Ed infatti non posso che considerarmi fortunato (e felice) di aver potuto finalmente godere di questo capolavoro d’animazione giapponese, famoso e di culto praticamente in tutto il mondo (Italia esclusa, of course!) e lodato pubblicamente perfino dall’imperatore, cinematograficamente parlando :), Akira Kurosawa.

Prima di affrontare kolossal tecnicamente e narrativamente più impegnativi (Porco Rosso, Princess Mononoke, Spirited Away), il Gran Maestro dell’animazione giapponese Hayao Miyazaki riesce in un impresa forse ancora più difficile e rischiosa: toccare le corde della fantasia, dell’immaginazione, del sogno, della curiosità, che ognuno di noi ha ma che spesso (complice il passare del tempo, il lavoro, lo stress, …) pensa di averle dimenticate o forse perfino nemmeno possedute; insomma, prova (e nel mio caso c’è pienamente riuscito) a farci tornare bambini!

In meno di un’ora e mezza ci prende letteralmente per mano e attraverso una piccola grande storia riesce, grazie alla magia del cinema, ad affascinarci ed emozionarci immensamente.

Uscito nelle sale giapponesi nel 1988 assieme ad un altro capolavoro dello Studio Ghibli (un film diretto da Takahata Isao ed uscito anche da noi col titolo Una Tomba per le lucciole… per chi non l’avesse visto, da recuperare assolutamente!), Tonari no Totoro, scandalosamente, non è mai stato distribuito nel nostro Paese.

Per chi ancora non l’avesse capito, aggiungo:
se dovessi vivere per sempre su un’isola deserta ed avessi la possibilità di portare con me soltanto dieci film …bè, My Neighbor Totoro sarebbe uno di questi!

16/12/2002

 
Stop frame:
– SPOILER –
il primo incontro fra Mei e Totoro, la scena alla fermata dell’autobus, il volo notturno…

Like this Article? Share it!