Cinemorfina, per drogati di cinema

People I Know


 
PEOPLE I KNOW

di Luciana Morelli

Regia: Daniel Algrant
Produzione, anno: UK , 2002
Genere: Thriller
Durata: 100 ‘
Cast: Al Pacino, Téa Leoni, Kim Basinger, Ryan O’Neal
Voto:

Eli Wurman (Al Pacino) è un prestigioso P.R. di New York (ex attivista dei diritti civili in prima fila nelle manifestazioni degli anni ’60 accanto a Martin Luther King) la cui carriera è ormai sul viale del tramonto e la cui vita è divenuta ormai irriconoscibile; notti in bianco a rincorrere gossip vendendolo e vendendosi all’occorrenza al miglior offerente, sempre sulla notizia in cerca di vili ricatti da perpetrare col fine principale di popolare di vip e star del cinema le feste e gli eventi che organizza. La sua vita sta naufragando tra fumo, alcool, insoddisfazione, sonniferi e numerose medicine che prende per i suoi malanni, Eli non riesce più a distinguere il giorno dalla notte guardandosi allo specchio non vede altro che “il cugino malato di Dracula il vampiro”. L’unica persona con cui non usa sotterfugi e con cui non si vergogna di essere se stesso è la sua bellissima cognata Victoria (Kim Basinger), la vedova di suo fratello morto suicida 3 anni prima, arrivata dalla Virginia con l’intento di sottrarlo a quella che secondo lei è una vita che non più può andar bene per un uomo nelle sue condizioni. Prima di cominciare a pensare seriamente a darsi uno scossone Eli ha però una missione da compiere che per lui ha un’importanza particolare e gli permetterebbe di lasciare degnamente le luci della ribalta, e cioè la buona riuscita della serata che sta organizzando per sostenere la comunità africana newyorkese contro il sindaco che ha ordinato l’ingiusto arresto di un gruppo di nigeriani accusati di immigrazione clandestina. Quando uno dei suoi ultimi famosissimi clienti, il premio Oscar Cary Laurner (Ryan O’ Neal), gli chiede per l’ennesima volta di aiutarlo, togliendogli dai piedi una famosa ed intraprendente fotomodella (Tèa Leoni) che potrebbe compromettere la sua preziosissima reputazione, Eli finisce per ritrovarsi immischiato in un’omicidio che coinvolge personaggi di grosso spessore politico. Le cose si complicheranno non poco ma lo scaltro Eli cercherà di sfruttare tutto a suo vantaggio…rischiando veramente grosso.

Storia che gira interamente attorno alla “divulgazione” ed alla “pubblicità” che accomunano il mondo delle star di Hollywood a quello delle autorità politiche di Washington e dintorni. Non importa a nessuno se sei o meno una brava persona o se fai bene il tuo lavoro, l’importante è “conoscere le persone giuste”. La cosa più importante di tutte non è chi sei o come sei ma “people you know”, la gente che conosci. Film ispirato alla storia vera vissuta da Bobby Zarem, press agent di New York ed ennesima interpretazione capolavoro di Al Pacino, calatosi perfettamente nei panni dello squallido ma profondo personaggio attorno a cui ruota tutta questa storia. A metà tra il thriller-poliziesco ed il noir questo film è risultato purtroppo lento e noioso nella prima parte ed incompiuto e deludente nella seconda. Un cast stellare sprecato per una storia piatta e senza un vero filo conduttore; i due plot (la serata per sostenere i clandestini e l’intrigo politico che si scopre esserci dietro al ricatto della starlette) non riescono proprio a collegarsi tra loro o quanto meno si nota la difficoltà dello sceneggiatore nel cercare a tutti i costi di appiccicarle per movimentare il film ma che alla fine non fanno che peggiorarlo. La storia di Eli avrebbe potuto essere sviluppata più approfonditamente senza bisogno di queste inutili aggiunte fritte e rifritte. La regia di Daniel Algrant (che ha diretto anche numerose puntate del serial tv di successo “Sex and the City”) è discreta, più lode che infamia se proprio si è costretti a scegliere; ottime le ambientazioni metropolitane notturne ed alienanti che ricordano in qualche modo, ora per l’associazione di idee ora per la trama, “Fuori Orario” di Scorsese e “Mulholland Drive” di Lynch. Una sufficienza di stima riservato ad uno dei più grandi attori di tutti i tempi.

10/10/02

 
Stop frame:

Like this Article? Share it!