Cinemorfina, per drogati di cinema

TRANSFORMERS


 
TRANSFORMERS

Regia: Michael Bay
Produzione, anno: Usa, 2007
Genere: Fantastico/Fantascienza/Azione.
Durata: 135′
Cast: Shia LaBeouf, Megan Fox, John Turturro
Voto: Apri la legenda

Sulla Terra arrivano due fazioni di robot alieni che hanno la capacità di trasformarsi in qualsiasi oggetto meccanico.
I buoni sono guidati da Optimus Prime, i cattivi da Megatron. Il loro scopo è quello di impossessarsi di un cubo dotato di un’energia potentissima in grado di donare il potere assoluto a chi ne entrerà in possesso.
Sulla loro strada si imbatterà il giovane terrestre Sam (LaBeouf), che si unirà ad Optimus Prime nella lotta contro Megatron.

TRASFORMERS, basato sugli omonimi e famosi giocattoli degli anni ’80 divenuti in seguito una serie cartoon e a fumetti, è l’ennesima americanata “retorico-caciarona” dalla storia quasi inesistente, pregna di un tripudio di effetti speciali in CGI.

La coppia regista/produttore Bay/Spielberg torna a lavorare insieme dopo il mezzo flop THE ISLAND con un film che non fa altro che citare e riciclare quanto già realizzato in passato. Abbiamo citazioni da GREMLINS (il protagonista “loser” con la famiglia stramba, il dispettoso e malefico trasformer/stereo che è la versione cyber di “Ciuffo Bianco”, il boss dei suddetti mostriciattoli), da DUEL (il modello di camion in cui si trasforma Optimus Prime è lo stesso presente nell’esordio registico di Steven Spielberg), da ARMAGGEDON (la pioggia di meteoriti), ma soprattutto, per quanto riguarda la trama, da INDEPENDENCE DAY, tanto che il film può essere tranquillamente considerato come una sorta di remake del sopraccitata pellicola con i robottoni al posto degli alieni.

I personaggi hanno lo stesso spessore psicologico di un foglio ci carta velina e spiace assai vedere un bravo attore come John Turturro ridotto ad interpretare (per motivi alimentari?) un personaggio che vorrebbe essere simpatico ma risulta alla fine solo insopportabilmente idiota.

Aggiungete poi al tutto una trama esilissima, che inizialmente ha dalla sua una certa tensione e fa ben sperare, ma che poi si sviluppa con i soliti clichè del genere.
Alcune situazioni poi, vorrebbero anche far sorridere, ma sono solo alquanto stucchevoli (esempio la sequenza notturna ambientata nel giardino di Sam) e il finale iper retorico col sermone “peace and love” di Optimus è da doppio avvitamento mortale del naso (altro che un semplice arricciamento!).

La regia di Bay è al solito da spot pubblicitario, con una fotografia ultra patinata e un uso smodato di ralenti che vorrebbero essere ad effetto ma che fanno venir solo voglia di togliere di mano al regista la cinepresa per evitare che faccia ancora danni.

Unica nota positiva, è ci saremmo stupiti del contrario, i riusciti e sorprendenti effetti speciali in CGI.

I titoli di coda fanno infine presagire la possibilità di un secondo capitolo: la speranza è che Dio, prima che lo facciano i Transformers, ci scampi e liberi da un’altra probabile invasione aliena!

12/07/2007

 
Stop frame:
– SPOILER –

Like this Article? Share it!