Cinemorfina, per drogati di cinema

UNDERWORLD –


 
UNDERWORLD

di Giacomo Calzoni

Regia: Len Wiseman
Produzione, anno: USA, 2003
Genere: Azione /Horror
Durata: 121′
Cast: Kate Beckinsale, Scott Speedman
Voto: Apri la legenda

Molti anni or sono l’eterna lotta tra vampiri e licantropi vide una svolta, con la vittoria dei primi sui secondi. In un mondo dove il sole sembra non apparire mai, i lupi mannari hanno lentamente metabolizzato il sapore della sconfitta, ma qualcosa sta per accadere…

Potremmo farla breve, e dire semplicemente che Matrix + Il Corvo + Blade = Underworld. Oddio, non che il film in effetti offra poi molti elementi tali da farci desistere, ma tutto sommato la realtà è leggermente diversa.
Ben consapevole di non dare al film un impronta personale, l’esordiente Len Wiseman è così libero di sbizzarrirsi come meglio preferisce: due ore di botti, inseguimenti, mutazioni, vampiri dandy e, of course, una storia d’amore bella e impossibile. Derivazione è la parola chiave, ma il problema non è questo. Oggi infatti lo spettatore da un certo cinema di genere non chiede più originalità (lo stesso Matrix buttava nel calderone questo e quello, seppur con maggior inventiva), ma semplice intrattenimento. Ed è qui che Underworld fallisce: due ore della roba sopra citata finiscono inesorabilmente per indurre all’abbiocco, e non c’è niente da fare. Certo, si vede come lo sceneggiatore nella seconda parte si sia arroventato il cervello per complicare (inutilmente) un po’ la storia, ma il brodo è sempre quello. Non un brutto film, intendiamoci, anche perché qualche scena riuscita c’è, e una Kate Beckinsale da esplosione ormonale vale da sola i sette euro del biglietto, ma un po’ di amaro in bocca rimane. Insomma, chi cerca un bel film notturno, privo della patina glamour e modaiola, si riveda Dark City, chi vuole solo sbracarsi davanti allo schermo si ripassi Blade (meglio se il secondo); per tutti coloro che invece non l’ hanno mai visto (e immagino siano in tanti, visto che in Italia è quasi introvabile), il bellissimo Il Buio si avvicina di Kathryn Bigelow diventa quasi un dovere morale.

05/02/04

 

Like this Article? Share it!